GAMBE GONFIE & RITENZIONE IDRICA

Gambe gonfie e ritenzione idrica

 

Alzi la mano se c’è qualcuno a cui non capita mai di ritrovarsi a fine giornata con la sensazione sgradevole di avere le gambe e le caviglie gonfie e pesanti. Si tratta di un fastidio comune a molte persone e che riguarda soprattutto le donne.

Perché succede? Le ragioni sono molteplici e vanno ricercate prima di tutto in uno stile di vita scorretto e in un’alimentazione poco equilibrata, tutte cose che in questo periodo di lockdown abbiamo sperimentato più del solito, complici una sedentarietà forzata e lo stress che spesso porta ad abitudini poco sane.

COSA FARE QUINDI PER AIUTARCI A CONTRASTARE QUESTA CONDIZIONE DI GONFIORE?

E’ fondamentale partire dai piccoli gesti quotidiani, abbinando una dieta equilibrata e drenante con alcune strategie di fitness IN & OUT.

Ecco alcune buone abitudini a tavola:

1)      Parti dalla frutta e dalla verdura! Mangiane almeno 5 porzioni al giorno...la mela riduce la ritenzione idrica, il pompelmo rosa e il mirtillo migliorano la circolazione, l’ananas favorisce la diuresi e le verdure a foglia scura stimolano il drenaggio linfatico.

2)      Riduci gradualmente il consumo di sale ed evita insaccati, cibi e merendine confezionate, formaggi e salse.

3)      Limita gli alcolici e le bevande zuccherate.

4)      Alla mattina prendi una tisana drenante senza zucchero a base di principi attivi drenanti consigliati dal tuo farmacista.

5)      Bevi tanto e lontano dai pasti: NON ASPETTARE DI AVERE SETE PER BERE!Almeno 8 bicchieri al giorno.

Attenzione anche allo stile di vita:

1)      Evita indumenti troppo attillati in quanto peggiorano la circolazione

2)      L’attività fisica è irrinunciabile: per drenare gli esercizi più efficaci sono di potenziamento muscolare a bassa intensità uniti ad attività aerobiche di camminata veloce/corsa in grado di stimolare la pompa plantare e quindi il drenaggio dei liquidi.

3)      Se sei molto sedentaria ogni ora alzati e fai qualche passo.

4)      Se stai spesso in piedi, ogni 2-3 ore alzati sulle punte per riattivare la circolazione.

5)      Non accavallare le gambe per non creare disagi alla microcircolazione.

 

Un consiglio in più:

 

SAI CHE E’ POSSIBILE VALUTARE IL TUO STATO DI RITENZIONE IDRICA?

CON UNA SEMPLICE MISURA CHE SI CHIAMA BIOIMPEDENZOMETRIA (BIA) AVRAI INFORMAZIONI SULLA TUA COMPOSIZIONE CORPOREA

(BMI, massa muscolare, massa grassa, idratazione cellulare, velocità di metabolismo, livello di grasso addominale).

Alzi la mano se c’è qualcuno a cui non capita mai di ritrovarsi a fine giornata con la sensazione sgradevole di avere le gambe e le caviglie gonfie e pesanti. Si tratta di un fastidio comune a molte persone e che riguarda soprattutto le donne.

Perché succede? Le ragioni sono molteplici e vanno ricercate prima di tutto in uno stile di vita scorretto e in un’alimentazione poco equilibrata, tutte cose che in questo periodo di lockdown abbiamo sperimentato più del solito, complici una sedentarietà forzata e lo stress che spesso porta ad abitudini poco sane.

COSA FARE QUINDI PER AIUTARCI A CONTRASTARE QUESTA CONDIZIONE DI GONFIORE?

E’ fondamentale partire dai piccoli gesti quotidiani, abbinando una dieta equilibrata e drenante con alcune strategie di fitness IN & OUT.

Ecco alcune buone abitudini a tavola:

1)      Parti dalla frutta e dalla verdura! Mangiane almeno 5 porzioni al giorno...la mela riduce la ritenzione idrica, il pompelmo rosa e il mirtillo migliorano la circolazione, l’ananas favorisce la diuresi e le verdure a foglia scura stimolano il drenaggio linfatico.

2)      Riduci gradualmente il consumo di sale ed evita insaccati, cibi e merendine confezionate, formaggi e salse.

3)      Limita gli alcolici e le bevande zuccherate.

4)      Alla mattina prendi una tisana drenante senza zucchero a base di principi attivi drenanti consigliati dal tuo farmacista.

5)      Bevi tanto e lontano dai pasti: NON ASPETTARE DI AVERE SETE PER BERE!Almeno 8 bicchieri al giorno.

Attenzione anche allo stile di vita:

1)      Evita indumenti troppo attillati in quanto peggiorano la circolazione

2)      L’attività fisica è irrinunciabile: per drenare gli esercizi più efficaci sono di potenziamento muscolare a bassa intensità uniti ad attività aerobiche di camminata veloce/corsa in grado di stimolare la pompa plantare e quindi il drenaggio dei liquidi.

3)      Se sei molto sedentaria ogni ora alzati e fai qualche passo.

4)      Se stai spesso in piedi, ogni 2-3 ore alzati sulle punte per riattivare la circolazione.

5)      Non accavallare le gambe per non creare disagi alla microcircolazione.

 

Un consiglio in più:

 

SAI CHE E’ POSSIBILE VALUTARE IL TUO STATO DI RITENZIONE IDRICA?

CON UNA SEMPLICE MISURA CHE SI CHIAMA BIOIMPEDENZOMETRIA (BIA) AVRAI INFORMAZIONI SULLA TUA COMPOSIZIONE CORPOREA

(BMI, massa muscolare, massa grassa, idratazione cellulare, velocità di metabolismo, livello di grasso addominale).

 
Lascia un commento