LA PELLE DEI NEONATI E DEI BAMBINI

cura del bambino

La pelle dei neonati e dei bambini nei primi anni di vita è morbida, liscia ed elastica, in apparenza perfetta. E’ però molto delicata, fragile e indifesa. La conoscenza delle sue caratteristiche fisiologiche aiuta a seguire un buon programma di igiene e di mantenimento cosi da farla crescere sana e ben strutturata.

Fin dai primi giorni di vita è necessario utilizzare prodotti specifici per l’infanzia, sia per la detergenza che per il mantenimento, come olii e creme protettive.

La cute del neonato necessita di cure e attenzioni particolari perché non è ancora in grado di creare la barriera protettiva costituita dal film idrolipidico. Al momento della nascita, la pelle, molto sottile, ed estremamente delicata, appare completamente ricoperta da una membrana protettiva, la cosiddetta “vernice caseosa” formato da sebo e da cellule desquamate, che è servita fino ad allora come protezione contro la macerazione provocata dal liquido amniotico.

Dopo la scomparsa della vernice caseosa la pelle del neonato è protetta, per circa tre mesi, da un’altra pellicola formata dalle secrezioni delle ghiandole sebacee, stimolate dagli ormoni materni. L’epidermide del neonato è piuttosto sottile poiché ha uno spessore che è circa la metà di quella dell’adulto. Non è quindi in grado di garantire un’efficace protezione dagli agenti esterni. Conseguentemente sono maggiori i rischi di inconvenienti dovuti all’uso di prodotti cosmetici non idonei.

Solo dopo 6-7 settimane di vita la flora cutanea del bambino è simile, almeno dal punto di vista qualitativo, a quella dell’adulto, in grado di impedire lo sviluppo di vari germi patogeni.

La pelle fragile del lattante necessita di protezione costante ed adeguata. Il contatto prolungato con fattori irritanti quali urine, feci, pannolini, può determinare importanti problematiche.

La pelle man mano che il bambino cresce si struttura formando diversi strati sovrapposti, ognuno dei quali riveste un ruolo preciso:

  • EPIDERMIDE è lo strato più superficiale. E' un tessuto spesso circa 0,2 mm, formato da più strati, il cui componente principale è la cheratina. Si tratta di un tessuto dinamico che si rigenera continuamente e che rappresenta una vera barriera contro la penetrazione di agenti esterni.
  • DERMA è un tessuto di tipo connettivo, dello spessore di 3-4 mm, sottostante l'epidermide. Esso è la struttura che da nutrimento alla pelle che assicura  la giusta elasticità alla cute. In quanto ricco di vasi sanguigni e linfatici il derma ha anche funzione di nutrizione. All’interno del derma si sviluppano i follicoli piliferi, le ghiandole sudoripare (che secernono il sudore), e le ghiandole sebacee. Il sebo ed il sudore insieme formano sull’epidermide uno strato sottile detto film idrolipidico, che rende la pelle morbida, resistente ed impermeabile.
  • L’IPODERMA, lo strato più profondo, ha fondamentalmente il compito di proteggere gli organi dai traumi e dalla dispersione di calore.

 

LA PELLE DELICATA DEI NEONATI E DEI BAMBINI DEVE ESSERE TRATTATA CON LA MASSIMA CURA.

 
Lascia un commento